Inestimabile

Sembrava una mattina come un’altra quella sorta sulla facenda. Larisse si era alzata e vestita come al solito, assorta nell’inerzia dell’abitudine, e posti sottobraccio i pochi versi che aveva composto qualche sera prima, aveva abbandonato la sua stanza. Come quasi tutte le mattine aveva lasciato