Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

THERSA - La questione feudale
Stampa
Categoria: Voci dal Ducato
Visite: 595

Presso la Pieve di Wolkdorf, i due vassalli tenutari si sono dati pubblicamente guerra circa l’assegnazione delle vestigia d’arme del defunto Sir Gerard Pappenheim: a giudicare la questione, è stato chiamato in causa nientemeno che Sua Grazia l’Oberstführer  Kaspar Von Hassel, coinvolto in ragione della cerca imposta dall’ “onere di erranza”.

L’indagine presso la Pieve di Wolkdorf ha portato alla luce un singolare rompicapo basato sulle icone araldiche disposte dai seguaci di Sir Gerard: la comparsa degli spettri degli armigeri imperiali e dell’allora temuto Podestà locale Marius Blumberg per opera di un rito profano di ignota origine, hanno dato nuovo vigore allo sciogliersi repentino del dilemma intestino.

Grazie allo zelo dei cortigiani sopraggiunti presso la Pieve, è stato possibile dirimere la questione in termini pacifici, che si sono peraltro dimostrati graditi ad entrambi i vassalli: infatti, il ritrovamento delle due tombe separate di Sir Gerard ha permesso all’Oberstführer di pronunciare un verdetto in favore di entrambi gli eredi.

Tale risoluzione ha permesso perfino la sconfitta dello spettro del Podestà per mano degli eredi, in ragione della collaborazione ritrovata tra entrambi i vassalli.