Presso il Concilio dei Pellegrini ha fatto la sua comparsa un ignoto e inquietante abominio, sortito dai vecchi scantinati della Pieve di Wolkdorf: in essi peraltro è stato rinvenuto un bizzarro laboratorio, allestito dunque nella sala sigillata ove presumibilmente albergava la creatura prima di fuoriuscire e causare il panico tra i presenti.

Purtroppo non è stato possibile estrarre indizi degni di nota dal laboratorio, a causa di una violenta deflagrazione che ne ha distrutto gli ambienti interni prima di ogni eventuale investigazione.