Evento GRV – “Les jeux sont faits”


L’associazione ludica “Le Terre degli Angeli” è lieta di presentarvi “Epilogo di Capitolo – Les jeux sont faits”, sessione conclusiva dell’anno ludico 2018/2019.

Valorosi o empi pellegrini del vecchio mondo, a tutti voi diamo il benvenuto in un’occasione di divertimento e avventura senza pari!

Un fatidico epilogo…

L’attuale capitolo della nostra Cronaca GRV “CAPUT MUNDI” volge al termine e gli arditi pellegrini di Caponord stanno per affrontar il suo fatidico epilogo. Questa è dunque la sessione che segna la conclusione di un intrigante anno di gioco: un frangente destinato a chiuder molte delle trame finora ordite o a farle intrecciar con gli intriganti spunti che già sorgono all’orizzonte. 

L’evento si terrà dalla mattina di sabato 22 Giugno fino al pomeriggio di domenica 23 Giugno. La sede sarà la Canonica di Palazzuolo (Monte San Savino – AR): un imponente complesso rurale in cui saranno ambientati gli scorci della pittoresca Maison de Belleville.

I partecipanti potranno usufruire degli alloggi disponibili presso la sede. Il vitto servito nel corso dell’evento sarà preparato dallo staff TdA all’interno di appositi locali.

Download “Finale 2019” epilogo_2019_sito.zip – Scaricato 132 volte – 2 MB

Come iscriversi…

Ogni partecipante potrà iscriversi all’evento esclusivamente facendo quanto segue:

  • Compilando il form d’iscrizione on-line
  • Compilando i moduli d’iscrizione (e.g. liberatoria per minorenni) e facendoli pervenire allo staff TdA.
  • Pagando la quota di partecipazione fissata a 35 euro.

Potete iscrivervi fissando presso un nostro evento oppure pagando la quota di partecipazione tramite Ricarica Postepay (contattare Marco Peloni – FB: Marco Peloni, e-mail: marcopeloni@alice.it, tel: 339–8151626).

IMPORTANTE!!! Quanti dovessero iscriversi a distanza (es. tramite ricarica Postepay) sono pregati di confermare subito dopo l’adesione contattando Marco Peloni (tel: 339–8151626).

Sarà possibile iscriversi in tal modo fino a domenica 16 Giugno. Sulle iscrizioni che perverranno dal 17 al 20 Giugno sarà applicato un sovrapprezzo di 10 euro. L’associazione si riserva di non accogliere le richieste d’iscrizione che perverranno dopo il 20 Giugno.

Consultate i documenti introduttivi per le info su vitto/alloggio, servizi e modulistica. In caso di problemi non esitate a contattarci!


ATTENZIONE, Compilate il seguente Form solo DOPO aver scaricato e letto le Informazioni all'evento E aver versato la quota di adesione!




Sabato 22 Giugno


Personaggio Giocante (PG)Personaggio NON Giocante (PNG)





Presso la sede dell’eventoEsterno
Domenica 23 giugno

Personaggio Giocante (PG)Personaggio NON Giocante (PNG)




PostePayA Mano, a uno dei membri dello Staff


Ricevuta di Versamento (Foto)*








Compilando questo Modulo dichiaro di aver preso visione dell’informativa sul trattamento dei dati personali 



* = Campi Obbligatori

Raggiungere l’evento…

L’arrivo dei partecipanti presso la sede dell’evento è fissato dalle ore 17 la sera di venerdì 21 Giugno oppure dalle ore 8 la mattina di sabato 22 Giugno.

Serata a taverna…

La sera di venerdì 21 Giugno, una delle sale di gioco sarà adibita per il “gioco a taverna” (i.e. i PG potranno interagire tra loro limitandosi allo scambio verbale). Questo scenario rappresenterà l’arrivo degli ospiti presso la foresteria interna della magione di Belleville.

La partecipazione alla taverna è da considerarsi facoltativa ma costituisce comunque un’ottima occasione per coltivare rapporti nel gruppo giocante.

Alloggio…

I partecipanti potranno pernottare in sede le sere di venerdì 21 e sabato 22 Giugno (NOTA: La quota d’iscrizione comprende il solo pernottamento per la sera di sabato 22 Giugno; quanti volessero pernottare in sede anche venerdì 21 Giugno, dovranno farlo presente al momento dell’iscrizione e versare un supplemento di 12 euro).

Vitto…

I pasti compresi nella quota dell’evento sono pranzo e cena di sabato 22 Giugno e colazione di domenica 23 Giugno (NOTA: I partecipanti che soffrono di gravi intolleranze alimentari sono tenuti a menzionarle al momento dell’iscrizione).

Sarà comunque possibile usufruire della macchina da espresso associativa, piazzata in un’apposita area off-game all’interno della fortezza. Il prezzo delle cialde di caffè, ritirabili presso la segreteria di gioco, è sempre di 0.50 €.

*  *  *

I misteri di Belleville

“Così come l’imponente Drago in cuor suo serba l’inestimabile dono dell’Eterna Memoria, nel bel seno di Valdemar solida terra e limpida acqua serbano una rara gemma chiamata Lesommet.” – Queste soavi parole furono concepite da un ignoto poeta presso la scoscesa scogliera che sovrasta il vasto alveo fluviale al cui centro sorge la celebre capitale valdemarita. Nelle contrade rurali che attorniano la “ville de multiples merveilles et mystères” (trad. “città di molteplici meraviglie e misteri”) prospera la crème dell’aristocrazia del Drago, le cui sontuose magioni estive troneggiano al centro di floride tenute.

A nord-ovest di quest’incantevole zona, quando all’orizzonte s’iniziano a scorger i pallidi miasmi della Marécage, si trovano invece borghi alquanto più modesti, perlopiù adibiti a fattorie o dimore per nobili squattrinati. Tra questi paesi spicca la suggestiva Belleville, un agglomerato di vecchie casupole poste accanto a una maestosa magione dall’aspetto ormai decadente. Per quanto bizzarro possa apparire, secoli addietro questo luogo non aveva alcunché da invidiare ai sontuosi palazzi che oggi attorniano Lesommet. Il numero di visitatori che in quel tempo risalivano o discendevano l’erto colle di Belleville rivaleggiava con quello di quanti transitavano le porte della capitale. La fama del borgo non era certo legata a quella della famiglia reggente, poiché Les Patrons de Belleville erano un ramo minore della Stirpe Blanchfort che, a detta di molti, “enumerava più bastardi d’una cagna randagia”. L’importanza di Belleville giaceva altresì nel suo suolo, una terra selvaggia che offriva più ghiande che frumento, ma dalla cui sommità scaturiva una sorgente unica nel suo genere. Qui difatti sgorgano le acque del fiume Naissance (trad. “rinascita”), le quali poi si uniscono a quelle d’innumerevoli affluenti per poi formar l’ampio bacino che bagna le mura marmoree di Lesommet.

Una storia vecchia come il mondo narra che il Pentarca, il nume con cinque occhi, creò la sorgente percuotendo la sommità del colle di Belleville con una delle sue grinfie. Il drago era difatti in procinto di deporre le sue uova e piuttosto che farle fecondare da uno dei propri simili, scelse d’infonder in esse la “mistica linfa” che albergava nella terra di Valdemar. Il lago alimentato dall’inesauribile flusso del Naissance divenne così la tana del Pentarca e in seguito la principale sede dell’aristocrazia che aveva stipulato lo storico patto col drago. Ovviamente la leggenda assicurò a lungo la prosperità di Belleville ma infine, col crescere degli interessi presenti e lo smorzarsi del mito passato, delle “fonti del drago” non rimase che un vago ricordo. Gli odierni  esponenti della schiatta de Les Patrons sono ormai le uniche anime che popolano il paese e la loro sussistenza è assicurata grazie agli esigui fondi concessi dalle potenti Logge.

Nell’anno imperiale LXVIII la saga del Pentarca è tornata in auge grazie all’occulto “rito della Triade”, intrapreso dai Grand-Master e dal Doge in persona al fine di legarsi alle vetuste uova della Seconda Progenie. Se il verbo delle Logge risponde al vero, nella carne di coloro che governano le eminenti Stirpi di Valdemar hanno trovato radici gli embrioni non-nati del Pentarca e questo potrà presto portar alla riscoperta di “portenti sepolti nell’oblio delle ere”.

Ciò spiega altresì perché le corti di Blanchfort, La Fosse e Cimanteau nelle ultime lune abbiano intrapreso solenni pellegrinaggi in alcuni dei più stimati siti legati alla tradizione valdemarita. Presso ogni meta i vertici delle Logge hanno proclamato il “diritto ancestrale” che pone l’aristocrazia alla guida della Signoria del Drago, un diritto che né gli abomini compiuti dalla setta chiamata Rebis né le attuali insurrezioni causate da gruppi plebei hanno potuto offuscare.

A tal proposito i bandi proferiti dai celeri araldi diffondono una nota ufficiale che recita: “Sulle pendici di Belleville, laddove l’artiglio del Pentarca scavò la feconda sorgente, s’incontreranno i più nobili fiori d’ogni Stirpe. Innanzi alle probe genti e al cospetto dei graditi ospiti che lì staranno, la novella Triade celebrerà l’Eterna Memoria di Valdemar”. Quanti sono avvezzi agli enigmatici e altisonanti annunci della nobiltà non riescono certo a spiegar il significato di tali parole… ma così come va aumentando il traffico sulla strada di Belleville, il germe della cuorisità cresce in quanti intraprendono tale via.

*  *  *

CONTATTI PER L’EVENTO

Sito ufficiale TdA: www.terredegliangeli.com

Referente iscrizioni: Marco Peloni (FB: Marco Peloni, e-mail: marcopeloni@alice.it, tel: 339–8151626)

Referente ambientazione GRV: Andrea Botarelli (FB: Andrea Botarelli, e-mail: andrea.botarelli80@gmail.com, tel: 349–7536726)

Referente regolamento GRV: Luca Pecchi (FB: Luca Pecchi, e-mail: luca.pecchi@gmail.com, tel: 377–2097835)

Sperando di viver assieme a voi una mirabile esperienza in occasione dell’Epilogo di Capitolo 2019, a tutti voi auguriamo un sincero “in bocca al troll”!